Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

Offerte per "La Prima Casa del Povero della Strada" IBAN: IT06X0335967684510700171612

www.colledelbuonpastore.org

www.colledelbuonpastore.com

www.colledelbuonpastore.net

Premessa ai Messaggi
I messaggi di Gesù e Maria
Rivelazioni
I Libri del Dire di DIO

Pict0003Pict0002
Gesù ci dice:
"Siano divulgati tutti i Libri tramite internet e pubblicati come Io ho chiesto!"
I Libri sono i dettati di Gesù e di Maria a Myriam, scrivana e ancella di Dio.
"Gesù parla al Suo popolo" - "Gesù annuncia al Suo popolo il Suo Ritorno".

I  Libri dell'  "'OPERA DI DIO"

2002/2003 "Gli Angeli che trasmettono"

2004 "La Chiave dell'Amore Divino"

2005 "Il seme dell'Amore"

2006 "La vita continuerà oltre la vita"

2007 "Rivelazioni di Gesù"

2008 "Il Mio Cuore Immacolato trionferà"

I Libri attualmente stampati sono relativi agli anni 2002/2003, 2004 e 2007.

I Libri dell' "Opera di Dio", possono essere richiesti direttamente attraverso e-mail a:  gesu.maria@alice.it



Gesù ci dice: figli Miei, dite che GESU' E' DI RITORNO, che la Sua misericordia cadrà sui Suoi figli,su tutti coloro che Lo riconoscerannoQuale Unico e Vero DIO d'Amore!!!

Carbonia attende l’aiuto!

=========================================================

Storia dell' avvenimento

Storia dell’avvenimento raccontato dallo stesso Profeta.

Era l’inverno del 2001, erano i primi giorni di Gennaio, l’orologio segnava le ore 15,00.
Ero seduta nel divano, assorta nella lettura di un libro che, guarda caso, trattava d’esperienze dell’aldilà. Lo leggevo con grande attenzione e con grande commozione, trovavo infatti in questa lettura la grandezza di un Dio Amore, di un Essere sopranaturale che è Amore, di un Dio che, nel suo infinito amore, ci abbraccia e ci avvolge ancora più forte dopo la morte, per godere di una nuova vita in cui tutto è infinito amore. Pensavo ancora, quanto fosse bello poter vivere questa vita nuova assaporandone il vero amore e la vera gioia eterna. Il Buon Dio non poteva farci regalo più bello: “vita nuova, eterna e perfetta”.

Ripresi a leggere fino a quando non arrivò per me quel momento particolare che mi mise tra cielo e terra, mi sentii chiamare: “Myriam”; dolce e soave era quell’udire espresso dall’interno: sussultai, stetti un attimo in silenzio ad ascoltare ma non sentii più nulla, nessuna voce. Un po’ perplessa, andai comunque avanti nella lettura, divorando quelle pagine così belle e confortanti, perché parlavano d’amore e di pace. Quand’ecco nuovamente sentii arrivare alla mia mente quel richiamo interiore che pronunciava chiaramente il mio nome, si lo sentivo nuovamente, ma non c’era suono in quella chiamata, pur tuttavia sentivo ugualmente nella mia mente pronunciare il mio nome. Mi fermai di nuovo, tremavo dalla paura, non riuscivo a capire cosa stesse succedendo, mi misi subito a pregare, “Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome...” e udii nuovamente: “Myriam, non temere, Io sono l’Angelo Gabriele e sono qui per ordine del Signore, sono stato mandato dal Signore, io sono il messaggero di Dio e vengo a te, perché tu o donna, sei stata scelta per una Missione; io dovrò dettare a te tutto ciò che il Signore vuole dire al mondo, abbi fede; ora prendi un foglio e una penna e io ti detterò ciò che tu devi far sapere al mondo.”

Tremavo ancora come una foglia e nel mio cuore meditavo sul da fare.
Improvvisamente la paura si tramutò in serenità: si, il mio cuore era improvvisamente sereno ed avvertivo dolcezza, calore e amore, e sentivo tanta voglia di dovermi abbandonare all’Amore.
Questo benessere mi convinse ad accettare l’invito che mi era stato proposto. Così presi un foglio ed una penna e ascoltai ciò che l’Arcangelo mi doveva dettare.
Da allora, giorno dopo giorno, per volere del Signore, l’Angelo mi detta i messaggi che devono essere divulgati nel mondo, che devono raggiungere il cuore dei più lontani, di coloro che ancora non conoscono il Padre e di coloro che si sono persi e non trovano più la strada di ritorno al Padre.
Amore, amore, amore, sempre amore, amore infinito per i suoi figli lontani dal Suo amore.
Il richiamo è all’ “Amore”, è alla Conversione, …SI! è a cambiare vita allontanandoci dalle luci del mondo che presto si spegneranno, tutti invitati ad abbracciare la Luce infinita, quella Luce che mai si spegnerà.
E’ la chiamata a fare una scelta urgente, a scegliere Gesù, perché il mondo è ad un bivio.
“Convertitevi, credete al Vangelo, confessatevi e siate sempre nella mia Eucarestia dove Io lì vengo a voi VIVO per unirmi a voi ed essere in voi forza e scudo contro il male”.

Non ho più i primi scritti, perché quando ne parlai in casa, i miei familiari, molto perplessi e timorosi, mi misero nella condizione di interrompere quanto accadeva, invitandomi a bruciare ogni testimonianza scritta al riguardo per l’incertezza della provenienza.

Trascorsero alcuni mesi. Dentro di me quella chiamata diventava sempre più prepotente, l’Arcangelo Gabriele rimaneva in attesa del mio “si” al mio Signore…: accettai….divenni “ancella” del mio Signore.

Sentivo la necessità di confidarmi con qualcuno. Dopo un incontro casuale con una mia cara amica di vita parrocchiale di nome Lilly, decisi di confidarmi con lei e andai a trovarla a casa sua; mi accolse con tanto affetto quando la vidi nel suo gazebo, suo abituale rifugio spirituale e di preghiera, di silenzio e di incontro con il suo Signore; era la fine di Agosto del 2002.
Cara amica da sempre, eravamo legate da comuni esperienze di vita religiosa: assieme catechiste, assieme nella preghiera, assieme nel cammino neocatecumenale, assieme nei ritiri e nei pellegrinaggi.
La vita aveva riservato ad ognuna molte vicissitudini, tutto però sembrò dissolversi in quel ritrovarci, la commozione fu grande. Il desiderio di aprirmi incombeva sempre di più, non era facile capirlo! tuttavia la confidenza divenne subito forte e si fece intima; le confidai il mio segreto “il mio scrivere su dettatura con l’Arcangelo Gabriele”.
La grandezza della confidenza impose il silenzio. Forse ispirata, Lilly prese due fogli e due penne ed io mi predisposi intimamente a ricevere il massaggio, lei avrebbe scritto simultaneamente con me.
L’Arcangelo Gabriele ci comunicò amore e carità tra noi e con coloro che si fossero avvicinate a noi; ci annunciava la Chiamata ad una missione che avremo dovuto compiere sulla Terra.
Questo straordinario incontro, per volere di Dio, diede alla Missione ultima annunciata dall’Angelo, l’impulso necessario al suo cammino.
Dopo questa esperienza, non fui mai più lasciata sola da Lilly, questa a me comune ancella, che accettò, con il suo “si” e con tanto amore, la chiamata e l’adesione piena al nostro Signore.

Leggete e gustate l’amore infinito di Dio, attraverso la lettura dei messaggi, scoprirete che Lui chiama tutti i suoi figli, come ha fatto con me e con Lilly, per questa Sua ultima “opera terrena in amore e carità”.

Amore e carità sempre,  Myriam